Moralismi anacronistici   4 comments

MALAW_2 La Chiesa è per la vita. Una vita che comincia già dall’embrione e che non deve essere interrotta neppure quando l’uomo è ridotto a vegetale. La Chiesa è per la vita. E lo è così disperatamente da non considerare forse col dovuto rispetto ciò che alla vita pone una fine.

 

In Mozambico, il 30% della popolazione è sieropositiva. Il 30%, una cifra che mozza la parola in gola. Eppure, nonostante l’HIV – che in condizioni di assenza di cure appropriate e di infime condizioni igienico sanitarie– significa morte certa, la Chiesa si trova ancora oggi a non approvare l’uso del preservativo. Una Chiesa davvero per la vita, nelle sue missioni nel sud del mondo, dovrebbe portare casse di condom nel Terzo Mondo. Altro che limitarsi a suggerire l’astinenza. Un po’ limitativo in luoghi dove, nei seminari sessuali promossi e condotti dall’Unicef, si insegna alle bambine di dieci dodici anni, a rifiutare e denunciare le proposte sessuali da parte degli stessi familiari; un po’ poco in terre dove la prostituzione – tanto femminile quanto maschile – è spesso l’unico mezzo di sostentamento.

Ecco allora che l’anacronistica morale della Chiesa si svela per quello che esattamente è: moralismo e fumo negli occhi. Gli stessi elementi che impregnano, tra l’altro, le menti di tanti politici cattolici, da suor Maria Binetti a padre Giovanardi, impegnati a perder tempo sulla fiction a tematica lesbo di Lino Banfi; o a discutere se la condizione omosessuale implichi o meno una condizione di peccato (e siamo nel terzo millennio…) o a sprecare fiato su quella por**ta del Codice da Vinci…

Tutta questa pruderie non fa che denotare come la Chiesa sia più interessata al sesso che alla vita nella sua completezza, essendo il sesso solo una piccola componente della vita.

 

Se Cristo, così come lo voleva Pasolini, dovesse ritornare sulla terra prenderebbe a bastonate con il pastorale gli alti prelati, la Binetti e Giovanardi. E tornerebbe a piangere in silenzio nell’orto degli ulivi, nel vedere com’è caduta in basso la sua progenie.

 

PS Inviamo un sms al 48589, entro il 5 di gennaio: doneremo un euro in favore della campagna “Uniti per i bambini uniti contro l’AIDS”, promossa dall’Unicef. Noi siamo persone serie e pratiche. E siamo per la vita. È più utile devolvere una piccola cifra a favore di una giusta causa, piuttosto di perdere tempo a chiedersi se si è, o meno, peccatori.     

 

Annunci

Pubblicato novembre 22, 2006 da samuelesiani in Senza categoria

Taggato con , ,

4 risposte a “Moralismi anacronistici

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Vedo che la Binetti sta molto simpatica a tutti e due…

  2. iniziativa da appoggiare in pieno, anche se, a mio avviso, i soldi non bastano. bisognerebbe fare campagne di sensibilizzazione nei villaggi, in mozambico e in tutto il resto del continente africano.

    ben ritrovato! : )

  3. mi stupisce sempre di più il fatto che possano continuare impunemente con questa ipocrisia.

    sul “caso deaglio” vedo che si stanno scatenando anche le procure. il mio pessimismo mi fa pensare che finirà tutto, aldilà di quello che potrà dire il film, con un nulla di fatto. ma aspettiamo…saluti

  4. In realtà la chiesa non è interessata al sesso quanto alla sua autorevolezza. Una piccola apertura in campo sessuale come l’uso del preservativo significherebbe creare un precedente pericoloso che metterebbe in discussione l’infallibilità del pontefice e perciò la sua autorevolezza.
    E’ una dura battaglia che la chiesa sta cercando di perdere il più tardi possibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: