Shortbus, dove il sesso è solo una parte della vita   6 comments

shortbus

Si può uscire felici e commossi da una sala cinematografica dove è stato proiettato un film che per molti è solo pornografia?

Ho visto Shortbus. E l’ho trovato straordinario.

Adesso che sto ascoltando la sua colonna sonora (se volete sentire il mio pezzo preferito cliccate qui), mi ritorna alla mente la leggerezza.

Non voglio usare parole mie per descrivere questa pellicola: vagando qua e là fra i blog ho incontrato puntoeffimero, che con le sue parole ha saputo esprimere alla perfezione ciò che anche a me è passato nella mente e nel cuore. E la ringrazio per avermi permesso di usare il suo post. Io non avrei saputo trovare parole tanto intense.

 

Dolce, delicato, commovente, ma anche divertente, spassoso, libero: Shortbus, film che davvero mi ha colpita. Il sesso mostrato in maniera esplicita ma per quello che è, componente della vita di ognuno, sesso senza pruderie, senza malizie, ma spesso chiave per capire molto di noi, di chi abbiamo accanto, cartina di tornasole del nostro io più nascosto ed intimo. Un film sulla fragilità, film che ho sentito molto mio. Lo scuolabus lungo, quello giallo, è per i bambini normali. Quello corto, per i disabili, per chi ha turbe emotive, per un numero inferiore di persone. Mentre ero in sala, e poi fuori, tra la gente intenta a vivere frettolosamente le ore, ho posato il mio sguardo su tutte quelle persone rumorose, quei cicalecci che il più delle volte nascondono drammi, e ho sentito vibrare la mia e loro solitudine, il mio e di tutti desiderio di un senso, di una gioia piccola e leggera ma presente, quel bisogno di calore che non mi abbandona mai. Se ci fosse sincerità, ed apertura, credo che quel pulmino corto diverrebbe presto stretto, angusto, soffocante. Se ci fosse sincerità credo che chiunque, per una ragione o un’altra, dovrebbe salire sullo shortbus. Accadesse, la vita sarebbe molto più semplice, spontanea, lieve.

                                                              Grazie puntoeffimero.

Annunci

Pubblicato dicembre 6, 2006 da samuelesiani in Senza categoria

Taggato con , ,

6 risposte a “Shortbus, dove il sesso è solo una parte della vita

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. grazie a te.. 🙂

  2. non conosco questo film, ma mi hai incuriosito!

  3. Se ci fosse sincerità, ed apertura, credo che quel pulmino corto diverrebbe presto stretto, angusto, soffocante. Se ci fosse sincerità credo che chiunque, per una ragione o un’altra, dovrebbe salire sullo shortbus
    Non ho ancora visto il film, ma voglio proporvi un dilemma: perchè nei manicomi l’insegna stava messa fuori, chi erano/sono normali? quelli dentro o fuori?
    ciao piero

  4. 😉

  5. bella segnalazione! lo cerco

  6. quel film è piaciuto molto anche a me!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: