In riferimento all’articolo di Travaglio   15 comments

Per sua natura, questo blog vorrebbe essere un luogo d’incontro e di scambio d’idee. Io non ho santi sul mio cielo, non esistono Grilli, né politici, che mi ordinini una via da seguire. In questi mesi ho avuto la fortuna di circondarmi di ottimi amici di blog, il cui rapporto è prima di tutto stimolante. E’ il caso di Sedlex che dai commenti al precedente post (l’articolo di Travaglio) fa notare come il Decreto Mastella non determina un cambiamento del Codice di Procedura Penale, ma si limita ad inasprire le ammende per chi divulga notizie ancora coperte dal segreto istruttorio.

Questa precisazione è doverosa. Intanto perché non reputo Travaglio un intoccabile e anche lui può avere i suoi tornaconti; e in secondo luogo perché Sedlex motiva le sue affermazioni. Vi invito dunque a leggere il suo post nella sua interezza qui.

Annunci

Pubblicato aprile 23, 2007 da samuelesiani in mondotondo mondoquadro

15 risposte a “In riferimento all’articolo di Travaglio

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. sedlex precisa che ci sono modifiche procedurali nel decreto (che ho ricevuto solo stasera)che però concernono precisazioni,rimangono in piedi le obiezioni.
    Lungi da me comunque pensare che Sam abbia santi o agisca in malafede.Gli rinnovo la mia stima.

  2. Ti ringrazio, ricambio e ammetto quando i falsi amici (vedi Travaglio) mi fanno brutti scherzi. Preciso che nell’articolo è molto poco ambiguo e grida anzi alla fine della libertà di stampa. Ben venga chi, Codici alla mano, fa precisazioni e mette chiarezza.

  3. doverosa precisazione…
    Travaglio, oltre ad essere un bravo giornalista, ormai fa il personaggio, quello che fa le pulci alla classe politica. E’ incastrato in un ruolo.

  4. grazie per la precisazione e per il precedente post e grazie a sedlex. appena riesco vado a dare un okkiata al suo blog.
    non posso non essere d’accordo con sermau su ciò che scrive su travaglio…ormai è davvero diventato un “personaggio”…

  5. Grazie ad entrambi…
    siamo un po meno arrabbiati, adesso.
    Resta comunque il fatto (al di là delle “forzature”) che l’atteggiamento complessivo di gran parte della classe politica (senza, purtroppo, distinzioni) sia quello di “ostacolare” la ricerca della verità che quello di favorirla. E, comunque, di “proteggersi”. Un sistema giudiziario che funzioni e dia risposte in termini di certezza e velocità di giudizio, non sembra essere una priorità.

    Un sorriso semplice
    I Comicomix

  6. bho??
    io rimango dell’idea che Travaglio ha ragione su tutti i punti e che la sinistra purtroppo nn si distingue molto dalla destra sui temi fondamentali;

    e parlo in primis di libertà di stampa e giustizia, che in un paese come il nostro, dominato da cosche, coschette, imprenditori e banchieri ladri, legati magari anche tra loro da logge massoniche.. non è affatto poco.

    mi spiego meglio: qui già l’informazione sta in mano ad uno, in più inaspriamo le pene per quei pochi giornalisti che parlano..!!

    invece di dirci la verità sul caso telecom sono tutti d’accordo nel nasconderla..
    Vi sembra giusto??? se questo vi sembra giusto ok, ma allora legalizziamo il furto e la truffa così almeno siamo tutti uguali..!!!

    sANTAkLAUS – http://www.newspusher.org

  7. senza volere entrare nel tecnicismo
    mi chiedo da dove nasce questo unanimità del voto …
    e davvero solo una norma marginale o è un tentativo mal celato di volere celare certe indagini

    mi resta il dubbio

    mianonnaincarriola
  8. @ mianonna!: il dubbio è lecito. Ma era necessario notare che certi limiti alla divulgazione era già ben definiti dalla legge. Purtroppo Travaglio è piuttosto ambiguo. Qui sta il problema.

  9. Buon 25 aprile anche a te!

  10. Mastella, Mastella ma cosa mi combini? c’è bisogno di una bella pulizia profonda in questo nostro caro parlamento. Mi permetto di segnalarvi un sito (www.comincialitalia.net) che sta raccogliendo firme per 2 importanti petizioni).
    Buon 25 aprile a tutti quanti!

    http://www.osteriadeisatiri.blogspot.com

  11. Buon 25 aprile
    Un sorriso libero
    i Comicomix

  12. Oggi, a Catania, abbiamo fatto un bel corteo per ricordare il 25 aprile.
    Tante bandiere del PDCI e di RC, nessuna dei “Diossini”.
    Buona liberazione.

  13. Le indagini veramente andrebbero tenute “celate” o le vogliamo rendere pubbliche così avvertiamo i criminali che possono inquinare,modificare se non addirittura scappare?
    C’è poi differenza tra pubblicazione di un atto (ovvero l’esatta riproduzione) e pubblicazione del contenuto di un atto (per riassunto o narrazione).Il tutto,lo dice la Corte Costituzionale,collegandolo alle esigenze investigative.E comunque l’udienza premiliminare segna lo spartiacque,dopodichè i processi si fanno a porte aperte…dunque…
    Sono “tecnicismi” da leggersi sempre a garanzia della libertà dei cittadini.

  14. letto, capito. grazie, ma non sollevata
    peace

  15. So che qui c’entra relativamente, ma mi preme far giungere il seguente messaggio a più gente possibile… Inoltrate a vostra volta…

    Daniela

    Per:

    Società Civile, Istituzioni, Organi d’Informazione
    I SOTTOSCRITTI CITTADINI ITALIANI, ED IN PARTICOLARE NOI CALABRESI,

    in questo particolare momento storico nel quale la regione Calabria si trova drammaticamente stretta nella morsa della Mafia, della Malapolitica e del Malaffare, rivendichiamo il diritto alla Giustizia e alla Legalità e chiediamo con fermezza che si faccia chiarezza negli oscuri intrecci tra politica, affari, massonerie deviate e criminalità organizzata.

    Esprimiamo pertanto stima e solidarietà senza riserve nei confronti di quanti si stanno impegnando nella lotta al crimine in tutte le sue forme ed estensioni, ed in particolare approviamo e sosteniamo il lavoro dei Magistrati che, per aver avuto il coraggio di portare avanti senza condizionamenti e senza timore indagini che portano direttamente al cuore del sistema delle corruttele calabresi, si ritrovano ad essere quotidianamente oggetto di vergognosi attacchi e di delegittimazioni anche da parte di rappresentanti delle Istituzioni democratiche.

    Su questa nuova sfida, che non è solo contro i nemici storici della civile convivenza, come la ‘ndrangheta per intenderci, ma contro poteri forti e trasversali che si sono insinuati e propagati dappertutto, nessun cittadino onesto può restare indifferente.

    Noi rappresentanti della società civile, delle associazioni, del movimentismo, del mondo cooperativistico, del sindacato, dell’università, delle professioni e delle imprese, dei giovani, ci opponiamo con sdegno e con forza ad ogni gratuito attacco teso a delegittimare, con parole o con fatti, l’azione di questi Magistrati coraggiosi, e volendo continuare ad alimentare le speranze di progresso, libertà e democrazia per questa nostra terra, riponiamo piena fiducia nell’operato della Magistratura e nell’impegno di questi Magistrati che incondizionatamente e con equilibrio seguono l’ideale del proprio dovere istituzionale e morale.

    Primi firmatari:

    Ass. Calabrialibre

    Il Movimento dei ragazzi di Locri “E adesso Ammazzateci tutti”

    Fare Verde Calabria

    Ass. Studenti in Movimento

    NPA Nuovo partito d’Azione

    Ass. Cult. “Rerum Novarum”

    PER FIRMARE: http://www.petitiononline.com/040407rc/petition-sign.html?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: