Archivio per agosto 29, 2007

Europa Europa   7 comments

Sono appena tornato dalla splendida isola di Hvar, in Croazia, e già in Italia mi trovo nel pieno della polemica, l’ennesima, fra guelfi e ghibellini.

"Europa Europa" si attendeva di sentire la Gardini dalla cornetta del telefono quand’era valletta televisiva. Chissà se ora, come deputato, vuole ancora sentire quelle due paroline…

L’Europa arruffa il pelo sui chiari ed evidenti benefici fiscali che lo stato italiano, da mo, garantisce alla chiesa cattolica. E la chiesa frignaccia, sgrana gli occhi e parla di missioni in Kenia e nel terzo mondo e della sua missione educativa (di questo, meglio sarebbe non parlarne dopo i recenti scandali in America).

Eppure è una cosa tanto evidente. E l’Europa, che certo non ama farsi prendere per il naso, smuove il suo commissario alla concorrenza. Favoloso! Il commissario per la concorrenza per la chiesa cattolica! E sì, perché come spiega meravigliosamente Alessandro dal suo blog, ed è bene ricordarlo che

Gli immobili degli enti religiosi sono esentati dall’ICI nel caso in cui siano destinati esclusivamente all’esercizio di attività di culto, cura delle anime, formazione del clero, catechesi, educazione cristiana. (E già questa è una cosa che mi piace poco, ma tant’è.) … se un ente religioso è proprietario di un immobile in cui gestisce una scuola, una palestra, un cinema, una piscina o un albergo (per citare soltanto le fattispecie più comuni), esercitando quindi una vera e propria attività attività commerciale (in concorrenza con le normali imprese), pagherà l’ICI soltanto se in quell’immobile viene svolta esclusivamente l’attività commerciale in questione: gli sarà quindi sufficiente inserire nel fabbricato una piccola cappella (tanto per proporre l’esempio più immediato) per far venir meno il requisito dell’esclusività e godere dell’esenzione integrale dall’imposta.

E dunque… Europa Europa!

Sono tornato…

Annunci

Pubblicato agosto 29, 2007 da samuelesiani in Senza categoria

Taggato con ,