Sulla banca del DNA proposta da Maroni   3 comments

Appare ormai evidente che i leghisti al Governo, con in testa il Ministro dell’Interno Maroni, siamo ormai ottenebrati dalle loro fissazioni razziste.
Ma è veramente insopportabile che si parli di strumenti quali la banca del DNA sfruttando un tema drammatico come la sparizione di bambini. Ed è ancor più schifoso se lo si fa mescolando una piaga reale come quella, con il fatto che questi bambini siano utilizzati nell’ambito di traffici di organi, su cui il Ministro non fornisce, per altro, alcun dato concreto (e sarebbe decisamente più importante delle chiacchiere del leghista, visto che si parla di immigrati, ancor più bambini, usati come "pezzi di ricambio". Senza contare che le sue affermazioni sono già state bollate dall’AIDO come "false credenze").
Ma non è con persone come Maroni che si può ragionare. L’interesse suo e dei suoi compagni al Governo è quello di amplificare le paure, raccogliere lo sfogo isterico e razzista dei propri elettori, rendere il nostro paese ancor meno solidale e accogliente.

Di quel che può capitare, e capita, a questi bambini immigrati scomparsi, così come la questione ancor tutta da verificare del traffico di organi, ai nostri amici leghisti al Governo non frega assolutamente nulla. Come nulla serve a loro l’allarme – questo sì, vero – lanciato da un parroco a capo di una comunità di accoglienza quando, nel 2006, ha denunciato la scomparsa di duecento (200!) fanciulli di età compresa tra gli 8 e i 14 anni dal CPT di Vittoria in Sicilia. Inutile ragionare sul fatto che, come lo stesso sacerdote afferma, duecento bambini non possono sparire se non finendo  nelle mani di qualche organizzazione criminale.

Regina Louf e altri testimoni sopravissuti, compresi alcuni italiani, raccontano per quale inferno sono passati nella loro infanzia e danno anche descrizioni di che terribili fini hanno fatto decine e decine di bambini, sotto i loro occhi. Ma non hanno prove e spesso sono passati molti anni…
Ma spesso sarebbe già tanto ascoltare. Allontare le paure generate dai leghisti e con coraggio, con molto coraggio, ascoltare

Annunci

3 risposte a “Sulla banca del DNA proposta da Maroni

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. solo per sdrammatizzare una vicenda tanto triste, direi che gli unici organi non smerciabili siano i maroni del ministro. ciao sam. 🙂

  2. questa faccenda mi ha fatto rimanere di stucco..
    dalla parte delle vittime, ascoltandole con il cuore..tutti sono in grado con le orecchie..

    Ale

  3. “…L’interesse suo e dei suoi compagni al Governo è quello di amplificare le paure, raccogliere lo sfogo isterico e razzista dei propri elettori, rendere il nostro paese ancor meno solidale e accogliente…”

    Il brutto è che ci stanno riuscendo alla grande…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...