Pronto, Mangano?   8 comments

In genere non mi piace parlare di cronaca politica, soprattutto su quei fatti che sono in divenire e su cui ci si sgola un sacco senza neppure sapere come va a finire. E allo stesso modo, preferisco non seguire certe problematiche e sforzarmi di non guardare dove mi si vuol far guardare. E’ un po’ come i prestigiatori che ti stimolano a guardare una mano e con l’altra fanno il trucco.

Detto questo, vorrei solo dire due parole su questa questione delle intercettazioni. Poca roba, per non rubare spazio a Grillo e ai grillini, a Travaglio e ai travaglini, a Di Pietro e ai dipitrini.

Per come sembra, il Governo interverrà veramente sui meccanismi giuridici che regolano le intercettazioni. E pesantemente.

Un avvocato (non un magistrato,) mi spiegava che dopo le indicazioni dei pentiti, le intercettazioni sono uno dei pochi strumenti della Giustizia per le indagini. Toccare quello significa danneggiare le indagini.

Se così sarà, posso tranquillamente dire che questo gesto del Governo è la risposta pratica al "Mangano è un eroe" di Dell’Utri.

Questo governo fa schifo. Solo dei mentecatti non possono non rendersene conto. A meno che non siano collusi.

Annunci

Pubblicato febbraio 5, 2009 da samuelesiani in Senza categoria

Taggato con

8 risposte a “Pronto, Mangano?

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. “…Toccare quello significa danneggiare le indagini…”

    E credi che loro non lo sappiano?
    Lo fanno appunto per questo…

    Franca

  2. Infatti, Franca! E non a caso il post ha per titolo “Pronto, Mangano?”

  3. Allora molti italiani che li hanno votati lo sono.:)
    Ciao
    mk

  4. sam, non parli o parli poco di politica, ma quando lo fai non le mandi a dire, sono pienamente d’accordo con te, ma mi permetterei d’aggiungere che le intercettazioni dovrebbero essere solo ad uso dei magistrati, non della stampa, almeno fino a quando la giustizia non ha fatto il suo corso. un caro saluto.

  5. Io sono un bilioso che fa parte dell’Italia che odia, ecc. ecc.
    Comunque:
    sono convinto da anni che chi supporti questo governo sia in malafede, disinformato o stupido. Non vedo altre possibilità.
    rip

  6. E’ quel ” a meno che…” che mi preoccupa. Forse costoro sono molti di più di quelli che crediamo.

    Daniele il Rockpoeta

  7. Non è rimasta altra strada che la violenza, contro questi criminali mafiosi.

  8. @ mk: sono in malafede, esattamente come dice rip. O conniventi. O complici.
    @ Anonimo: un saluto a te.
    @ rip: saremo pure biliosi, ma sta gente ti fa uscire di senno…
    @ Daniele: sono molti, sono i figli di quel popolo menefreghista, pappone o in malafede che ha accettato il fascismo più di 80 anni fa.
    @ Anelli: no, niente violenza. Ci vuole cultura per abbattere questa vergogna. Un capillare lavoro di cultura. Che deve partire con lo spegnere le tv e scendere in strada a conoscere l’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: