Buone nuove da Torino   9 comments

Tempo fa, dicevo che sono fiero di abitare in Piemonte, perlomeno per come è Governato e per il coraggio della Bresso. Oggi lo ribadisco per la mia città, Torino.

Leggo infatti dal blog di Francesco Salinas, consigliere a Torino che ho il piacere di conoscere e talvolta di frequentare per comuni battaglie:

Ieri il Consiglio Comunale ha approvato la mozione contro l’omofobia che ho presentato come primo firmatario, e di cui vi avevo parlato tempo fa (quella che fu oggetto di un paginone su Repubblica una domenica se non mi ricordo male nello scorso autunno). Nella mozione chiediamo che il Comune sostenga piani straordinari di informazione e di formazione nelle scuole contro le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere, in particolar modo in considerazione del crescente, e spesso silenzioso, diffondersi della violenza bullista ed omofobica, in particolar modo nelle scuole medie ed inferiori, investendo ulteriormente nelle grandi e riconosciute competenze del settore GLBT del Comune, che è già avanguardia in Italia ed in Europa.

Bravo Francesco, bravo consiglio comunale di Torino.

Annunci

9 risposte a “Buone nuove da Torino

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Che il pd debba ripartire da alcune realtà come l’amministrazione comunale di Torino è oramai cosa nota, complimenti quindi a Salinas e a chi collabora con lui, e a chi magari gli mette un freno, perchè caro Sam, non scordiamoci che la politica è una macina che stritola in nome dei privilegi qualsiasi ideale. Un saluto,

    Gians

  2. Tranquillo. Conosco Salinas di persona. E’ trasparente come acqua.

  3. bene..questa cosa di torino mi ha risollevato un po’..

    Ale

  4. Anche a me, Ale.

  5. ieri splinder era in pappa, pensavo che il commento non fosse stato inserito, ma vedo che invece ci sta. un caro saluto.

    gians

  6. E’ un iniziativa davvero importante e credo che iniziative simili solo in pochi comuni le abbiano promosse.
    Ciao

  7. Sarebbe interessante ora vedere in che modo concretamente questa lodevole iniziativa verrà implementata. Chi dovrà promuovere questo programma: gli insegnanti stessi? Interventi dall’associazionismo GLBT? Monitorare i modi e soprattutto la risposta degli Istituti scolastici sarebbe cosa interessante.

  8. Massimo scrive: (anche il precedente intervento è mio!)

    La paura è che rimanga l’ennesima lodevole iniziativa che però non si riesce a sviluppare come da programma e soprattutto alla quale, qualora dovesse andare a buon fine, non verrà dato il risalto che merita.

  9. Vero Paolo.

    Aspetta Massimo, sono in contatto con persone che operano in questo ambito (tra cui una sociologa universitaria mia amica) sul territorio. So per certo che Torino è, dal punto di vista della cultura su questi temi (ma anche discriminazioni in genere, educazione sulle famiglie, etc.), a livelli europei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: