Marchionne può dormire sereno. Noi?   5 comments

Normal
0
14

MicrosoftInternetExplorer4

st1:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;}

Finalmente Marchionne può dormire sereno. Davvero anche noi possiamo fare altrettanto?

La FIAT, chiamata spregiativamente dagli americani Fix it again, Tony (aggiustala ancora, Tony), acquisisce il 20% di Crysler (la quota potrebbe arrivare al 51% nel 2013) e si prepara ad un’azione simile anche su Opel.

Stupisce come una azienda che da più di sei mesi mette operai in cassa integrazione (vedi qui, qui, qui e qui), inserita in un contesto mondiale in cui tutta l’industria dell’auto, compresa la stessa FIAT con le sue perdite, è in profondissima crisi, possa permettersi di farla da padrona nel mercato mondiale.

Ma… con quali soldi?

Con quali soldi, già… e ce lo ha domandato anche il Commissario europeo all’industria Verheugen, facendo sollevare un’alzata di scudi da parte del Governo italiano (a protezione di un’azienda privata come fosse statale), al pari di come scattavano velenosi i cardinali quando si parlava di coppie di fatto. Perfino il ministro degli Esteri Frattini è stato tolto provvisoriamente dalla formaldeide, ripulito alla bell’e meglio e tenuto su per la testa, giusto il tempo per farlo dichiarare: “Brrr… interferenza … brrr inaccettabile … azienda … brrr”.

Se poi non fosse un dramma, ci sarebbe da ridere del fatto che, anziché rispondere alla domanda, il ministro degli esteri della patria del conflitto d’interesse ha fatto notare, tutto piccato, che il commissario in questione è tedesco, com’è tedesca la Opel.

Premettendo che in Europa non tutti i politici sono papponi come i nostri, che male c’è nel chiedere con che soldi la FIAT si appresta ad una seconda possibile operazione altrettanro impegnativa, verso la tedesca Opel?

A questa domanda non sono arrivate risposte. Né da parte del Governo che tanto s’è speso per l’onore della FIAT, né da parte della FIAT stessa.

 

Se poi aggiungiamo che questa operazione è stata benedetta da uno dei personaggi più oscuri, ambigui e mefistofelici del secolo XX, Henry Kissinger, la cosa non fa altro che aumentare i miei timori.

Annunci

Pubblicato maggio 1, 2009 da samuelesiani in Senza categoria

Taggato con , ,

5 risposte a “Marchionne può dormire sereno. Noi?

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. I tuoi timori sono fondati, buon primo maggio sam.

  2. Sottoscrivo in pieno. L’hai visto il mio post/manifesto a riguardo?
    http://eiacuelezioniprecoci.blogspot.com/2009/05/tira-la-crisi-degli-altri.html
    Ciao,
    Nadif

  3. Ciao Sam, se posso spezzare una lancia a favore di Marchionne: la Fiat ha ottenuto il 20% di Chrysler praticamente senza mettere un euro, semplicemente promettendo di fornire tecnologia. Mi sembra che sia venuta via a prezzo piuttosto basso, non credete?

    Quanto alla presunta operazione Opel: è presunta, appunto. E quando quei colossi lì fanno delle operazioni del genere, non è che gli altri stanno a guardare: vedrai che tutto dovrà essere ben chiaro, e lo stato italiano non potrà metterci degli altri soldi perché ci sono regole europee ben precise.

    Insomma, la critica del commissario europeo mi sembrava un po’ sopra le righe. Tra l’altro, non è che il governo tedesco non abbia elargito denaro alle sue industrie durante questa crisi, compresa la stessa Opel; il governo francese ha elargito parecchio di più a renault e peageout di quanto quello italiano abbia elargito a Fiat. Chi vivrà vedrà, però non mi sembra che Fiat stia facendo cose particolarmente scandalose. Si è ripresa più che bene dopo la disastrosa era precedente di Paolo Fresco e company, dove ci mancava poco che finivamo tra le mani di GM, con il risultato che adesso facevamo la fine di Opel.

    Insomma, io non mi lamenterei tanto! Poi ognuno è libero di fare le sue valutazioni, ci mancherebbe.

  4. Anche a te, Gians.

    Mi fai morire dal ridere con questi manifesti!

    Knulp: terrò presente il tuo punto di vista. E’ che quando si tratta di FIAT sono piuttosto diffidente… e spesso non a torto.

  5. Io non sono certo un fan della FIAT, ma se l’operazione è stata esattamente quella che ci hanno descritto, non mi sembra male…

    Franca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...