Borsellino, i pentiti e l'agenda rossa   5 comments

Il pentito Gaspare Spatuzza, a distanza di 17 anni dalla morte di Borsellino, afferma di aver rubato e riempito di esplosivo l’auto usata per la strage di via D’Amelio. La sua confessione annullerebbe dunque la testimonianza di Scarantino che si era autoaccusato, anche se già all’epoca del processo, il PM di Caltanisetta, Ilde Bocassini, aveva segnalato perplessità sull’attendibilità del piccolo mafioso che oggi racconta invece di essere stato costretto dalla polizia.

Più o meno contemporaneamente a questi fatti, il figlio di Ciancimino dichiara di essere in possesso del "papello", le carte che racconterebbe del legame tra Stato e Mafia al tempo del padre Vito.

Qualcosa è indubbiamente successo nell’ambito della mafia in Sicilia…

Ma torniamo al giudice Borsellino. Non c’è bisogno di quest’ultimo pentito per comprendere come la sua morte rechi i segni di un mistero italiano, uno dei tanti, e che sia evidente il ruolo di apparati deviati delle istituzioni (anche se questo fatto ha il merito di permettere di riaprire le indagini. E se questo capita, è appunto perché devono essere variati gli equilibri tra mafia e politica o forse sono solo avvertimenti).

Nessuna precauzione fu presa nei pressi dell’abitazione della madre del giudice, dove l’uomo era solito recarsi.

Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza, nell’introduzione alla loro inchiesta "L’agenda rossa di Paolo Borsellino", scrivevano:

Quel pomeriggio di domenica 19 luglio via D’Amelio era trafficata come via del Corso, a Roma, sotto le feste di Natale.

Nessuno dei colloboratori di giustizia conosce l’esplosivo utilizzato, che arrivava secondo gli autori dell’inchiesta, probabilmente dai centri di addestramento dell’eversione.

E’ stata accertata [fonte wikipedia] la presenza di una sede coperta del SISDE sul Monte Pellegrino, che sovrasta Palermo e via Mariano d’Amelio, all’interno del Castello Utveggio che ospita il Cerisdi, un centro di ricerche e studi manageriali. La circostanza venne fuori dall’analisi del tabulato del numero 0337/962596, intestato al boss Gaetano Scotto, che chiamò un’utenza fissa del SISDE installata proprio in quel castello.

Infine, solo per citare alcuni fatti, che fine ha fatto l’agenda rossa da cui il giudice non si separava mai? La borsa è stata vista per l’ultima volta in mano al capitano Arcangioli che ha dato almeno tre versioni contrastanti sui suoi spostamenti. Alla fine l’agenda non è stata trovata.

Sul tema:
Via D’Amelio, 17 anni dopo, quello che non dicono.
L’alibi perfetto di una memoria che fa "ginnastica".

Annunci

5 risposte a “Borsellino, i pentiti e l'agenda rossa

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Innanzitutto bentornato dalle vacanze. Spero che tutto sia andato bene.
    Per quanto concerne l’uccisione di Borsellino, sembra anche a me che sia uno dei tanti misteri italiani, la gran parte dei quali però rimane tale. Speriamo che con gli ultimi sviluppi dell’inchiesta si riesca a fare luce davvero suq aunto realmente avvenuto. Non sarà facile però.
    Ciao

  2. Grazie Paolo. Tu, un po’ di vacanze?

    Su Borsellino penso che se l’inchiesta dovesse andare avanti e svelare qualche mandante oscuro, significa che qualche testa, molto in alto, è caduta e nuovi equilibri si stanno formando.
    Intanto il coraggioso Rutelli a capo del Copasir si occuperà delle novità che potrebbero uscire dall’inchiesta.

  3. Ciao caro Sam, ritorno alla grande con un post affascinante e sconvolgente allo stesso tempo. In genere non sono portato a credere alle tesi complottistiche, tuttavia mi è parso sufficiente leggere le dichiarazioni dei familiari, per capire che qualcosa di poco chiaro vi è sotto. Spero quindi che le indagini proseguano, e accertino altri eventuali mandanti.

    Un saluto,
    Gians

  4. ti consiglio la lettura del libro “L’agenda rossa di Paolo Borsellino”. Lì comprendi come la sua morte, per esempio, fosse annunciata…

  5. Su quanto dici non vi è dubbio, quindi che fosse annunciata, è sulle ipotesi, che prima di tutto si dovrebbe fare chiarezza, altrimenti resterà appunto un giallo da programmi in terza serata. 😉

    Gians

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: