L'Europa ci salverà dalla croce   3 comments

Mentre c’è chi ci invita a non far troppo chiasso, a combattere per cose più importanti e non per i simboli, senza evidentemente rendersi conto di come i clericali stiano ormai spudoratamente spadroneggiando nel nostro paese su tutto, tutto, dalla scuola alla procreazione, dai consultori  alle questioni sul fine vita, e ben prima della sentenza che vieta – finalmente! – l’utilizzo di simboli religiosi in luoghi pubblici (e quindi, aperti a tutti), io guardo al lato positivo della cosa.

Per l’ennesima volta, il nostro paese si espone in Europa e si mostra per quello che è: un paese di fanatici, clericali, bigotti, senza spina dorsale. Gente che intende il termine laicità come fare la volontà del più forte (se dovessi pensare a cosa l’italiano medio ha nel sangue direi senz’altro la sua capacità di assoggettarsi, asservirsi al potente).

Per l’ennesima volta (e mi sovviene, lieve, il piacevole ricordo del numero da circo di Buttiglione spernacchiato in Europa),  il nostro paese presenta il fior fiore della sua gente, i cattolici, che come Shylock scrive in modo sublime in un commento da Rosalux rispondendo al solito stupido, inutile paragone con i musulmani: "al nocciolo, non sono poi meno medievali: solo un po’ ammansiti dalla convivenza forzata con la modernità, che si è affermata contro e malgrado loro".

Ecco dunque che già la dichiarazione di Nicola Lettieri (rappresentante del governo italiano presso la Corte europea, che nelle prossime settimane sottoporrà il ricorso spiegando che "sottolineeremo che noi non siamo uno Stato laico, ma concordatario, come sancito dall’articolo 7 della Costituzione, e che quindi ha rinunciato ad alcune sue prerogative") è da accogliere con pieno entusiasmo: il nostro paese si farà una immensa, storica, figura di merda di fronte a un’Europa che, già da tempo, guarda alla Chiesa cattolica come ad un’azienda monopolistica del nostro paese.

Il ricorso al giudici sarà ammettere di avere un problema.
E qualsiasi persona che sia stata malata sa che ammettere di fronte agli altri di avere una malattia è il primo passo verso la guarigione
.

Annunci

Pubblicato novembre 7, 2009 da samuelesiani in Senza categoria

Taggato con ,

3 risposte a “L'Europa ci salverà dalla croce

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Il fatto che tu scriva: "il nostro paese" con la "P" minuscola la dice lunga sulla tua/mia opinione appunto in relazione a ingerenze tra stato e chiesa e viceversa. Un caro saluto Sam.

    Gians

  2. Mi addolora il punto di vista di Leonardo, che considero comunque il n.1 in Italia.
    La realtà è che a me il crocifisso nemmeno dava fastidio, poi dopo la 194 e il caso Englaro mi sono reso conto che prima lo togliamo, meglio stiamo.

  3. Ormai la battaglia è a 360 gradi. E si può vincere solo, in questo paese di merda, a suon di battaglie legali in Europa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: