Irruzione nella sede dei Radicali: un rovesciamento dei termini   4 comments

Una cosa scandalosa e violenta. Un gruppo di studenti di destra ha compiuto una vera e propria irruzione nella sede dei radicali in via di Torre Argentina.

E grazie a Fabristol da cui lo vengo a sapere e per la lucida analisi di cui riporto uno stralcio:

Neppure negli anni 70 o nei bui anni del ventennio fascista questi intimidazioni si facevano alla luce del sole e con un comunicato ufficiale del giorno stesso. Così come se fosse la cosa più normale del mondo compiere queste azioni squadriste.

Un atto che dovrebbe dare scandalo prima di tutto ai credenti, e invece c’è qualcuno che invece di denunciare il fatto in sè, cioè l’intimidazione, l’intolleranza ecc. si preoccupa della salute delle piccole croci invocando la legge su vilipendio di simboli religiosi. Capite? La violenza non sta nell’aver usato il simbolo religioso come arma di intimidazione contro altri, ma nell’aver abusato del simbolo religioso. Chissà se qualcuno un giorno deciderà di usare un crocifisso per uccidere gli infedeli. Tanto verrebbe processato per vilipendio alla religione, non per omicidio.

Quelle piccole teste di cazzo, quei vigliacchi da poco non conoscono neppure l‘impegno dei Radicali a difesa della libertà religiosa nell’Asia comunista. Ma già: come a questo governo e a questi clericali a questi fascistelli da poco non importa la vera fede, quanto il piccolo legnetto da appendere in faccia a chi non è cattolico.

Annunci

Pubblicato novembre 12, 2009 da samuelesiani in Senza categoria

Taggato con

4 risposte a “Irruzione nella sede dei Radicali: un rovesciamento dei termini

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Costernato. Comunque, conoscendo il posto e la sede…era ovvio che un’azione del genere fosse fatta per essere rivendicata.

  2. Vedendo il video molti diranno che non hanno fatto niente di violento ma solo dimostrativo. In effetti dal lancio di agenzia l’atto sembrava più "criminale", ma comunque resta il fatto che un gruppo di ragazzi con volti coperti da caschi e sciarpe sia entrato nel palazzo di Torre Argentina e abbia fatto delle intimidazioni. Cosa sarebbe successo se in quelle scale qualcuno li avesse visti? Due le cose: scappare o incominciare una lite che sarebbe potuta finire male con tutti quei caschi integrali.

  3. E’ assolutamente sconcertante. Preoccupante, molto. Solidarietà massima.

  4. Anche a Treviso nella sede UAAR della città sono stati affissi manifesti e croci:

    http://www.uaar.it/news/2009/11/12/crocifisso-cominciano-intimidazioni/

    E nessun politico che dica qualcosa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: