Una norma di civiltà in Emilia Romagna   3 comments

Nonostante le oscenità uscite dalla bocca di quel reazionario del cardinale Caffarra  e di cui avevo già parlato qui, la Regione Emilia Romagna ha avuto il coraggio di andare avanti e far diventare legge un progetto di welfare che estende tutta una serie di servizi a qualsiasi coppia, sposata, non sposata, etero o non etero.

Proprio perché si trattava di servizi, l’intervento del Caffarra era ancora più odioso e ingiustificato e ingiustificabile. Ma non per questo, era scontato che la giunta regionale non tirasse i remi in barca, così come fece, per esempio, il debole governo Prodi nei confronti dei Dico.

Questo non è avvenuto. Il nostro paese, pur nei limiti di una legge regionale, ha una norma di civiltà in più.

Un applauso a Vasco Errani che fa (Chiamparino per ora parla).

E Caffarra vada a sfancularsi.

Annunci

Pubblicato dicembre 28, 2009 da samuelesiani in Senza categoria

Taggato con , , ,

3 risposte a “Una norma di civiltà in Emilia Romagna

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Decisamente una buona nuova.
    massimomarini 

  2. decisamente una buona notizia da estendere dove possibile alle regioni che ancora possono farlo, la Toscana per esempio!

  3. O il Piemonte, se vinciamo con la Bresso il prossimo anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: