Era impossibile salvarli?   Leave a comment

E’ di pochi giorni fa, l’ennesimo disastro in mare che ha portato alla morte di 250 persone, fra uomini, donne e bambini. Ci poniamo di fronte a quest’ennesima tragedia quasi con il senso di rassegnazione.

Eppure come è possibile che oggi siano concepibili fatti come questi?
Come è possibile che con i potenti mezzi tecnologici – anche militari – di cui disponiamo  non si riesca ad intercettare per tempo una carretta del mare prima che questa affondi col suo carico di disperati?

E’ possibile che questo accada, che ci si debba limitare a guardare in alto con fare scaramantico, in un mondo ormai sempre più tecnologico, lo stesso mondo in cui i tradimenti si scoprono tramite  google street view o in cui un ragazzo viene ritenuto responsabile di un omicidio travisando alcune frasi dette al telefono, in attesa che un amico rispondesse (dimostrando quindi come sia possibile intercettare un telefono anche non durante una conversazione – vedi commenti a questo post)?

Io non lo credo possibile. Ed è per questo che per ogni morto in mare al largo di Lampedusa, ci vedo una chiara responsabilità italiana e pure europea nell’abbandonare a se stessi dei poveri disgraziati, condannandoli quindi a morte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: