Archivio per marzo 2012

The help e Quasi amici   Leave a comment

I due film che vedete nel titolo sono semplicemente … imperdibili.

Scaldano il cuore e ci ricordano di quanto anche la commedia abbia una sua dignità e ci insegni, o ci ricordi, delle cose. Entrambi i film ci dicono che le barriere e le differenze culturali e di provenienza possono essere superate. Ci parlano di un mondo in cui al pietismo si sostituisce il senso di giustizia, il coraggio all’omertà, la schiettezza all’ipocrisia.

Un mondo migliore, al quale tutti noi dobbiamo aspirare.

Annunci

Pubblicato marzo 22, 2012 da samuelesiani in Appuntamenti

Le coppie gay sono famiglia (lo dice anche la Cassazione)   Leave a comment

In attesa di vedere i risultati dell’ultimo censimento, nella speranza che esca in modo chiaro e incontrovertibile il numero delle coppie gay conviventi, la Corte di Cassazione – in seguito al caso di una coppia gay sposata all’estero che ha cercato di far trascrivere il matrimonio nel nostro paese – ha scritto parole che fanno il rumore di un muro che crolla:

Le coppie omosessuali, se con l’attuale legislazione “non possono far valere il diritto a contrarre matrimonio ne’ il diritto alla trascrizione del matrimonio celebrato all’estero”, tuttavia hanno il “diritto alla ‘vita familiare”‘ e a “vivere liberamente una condizione di coppia” con la possibilità, in presenza di “specifiche situazioni”, di un “trattamento omogeneo a quello assicurato dalla legge alla coppia coniugata”.

La Corte di Cassazione prende inoltre atto che è “è stata radicalmente superata la concezione secondo cui la diversità di sesso dei nubendi è presupposto indispensabile, per così dire naturalistico, della stessa esistenza del matrimonio”.

Non so se è un giorno storico. Di certo, è stato fatto un gran passo avanti dalla giurisprudenza, in attesa che arrivi alla società e ancor dopo, alla politica.

Un perfetto esempio di rapporto affettivo   Leave a comment

In questo video, girato in Spagna durante una delle tante feste assurde sul modello di Pamplona, è possibile vedere un toro che tra centinaia di persone urlanti, non solo riconosce il suo allevatore, ma ritrova la calma quando gli è vicino (dal minuto 3:30). Un esempio perfetto di rapporto affettivo che va al di là di ogni situazione e soprattutto che è ben differente da qualsiasi legame di dipendenza o di appartenenza.