Archivio per l'etichetta ‘Coppie di fatto

Le coppie gay sono famiglia (lo dice anche la Cassazione)   Leave a comment

In attesa di vedere i risultati dell’ultimo censimento, nella speranza che esca in modo chiaro e incontrovertibile il numero delle coppie gay conviventi, la Corte di Cassazione – in seguito al caso di una coppia gay sposata all’estero che ha cercato di far trascrivere il matrimonio nel nostro paese – ha scritto parole che fanno il rumore di un muro che crolla:

Le coppie omosessuali, se con l’attuale legislazione “non possono far valere il diritto a contrarre matrimonio ne’ il diritto alla trascrizione del matrimonio celebrato all’estero”, tuttavia hanno il “diritto alla ‘vita familiare”‘ e a “vivere liberamente una condizione di coppia” con la possibilità, in presenza di “specifiche situazioni”, di un “trattamento omogeneo a quello assicurato dalla legge alla coppia coniugata”.

La Corte di Cassazione prende inoltre atto che è “è stata radicalmente superata la concezione secondo cui la diversità di sesso dei nubendi è presupposto indispensabile, per così dire naturalistico, della stessa esistenza del matrimonio”.

Non so se è un giorno storico. Di certo, è stato fatto un gran passo avanti dalla giurisprudenza, in attesa che arrivi alla società e ancor dopo, alla politica.

Annunci

Due proposte libertarie da Napoli   2 comments

In questi giorni ci arrivano due notizie davvero positive dalla bellissima e complessa Napoli.

La prima è la nascita del registro delle unioni civili. E così anche la città di Totò si arricchisce compiendo un grande gesto di civiltà, in attesa che il parlamento (volutamente scritto in minuscolo) si renda conto che il mondo è molto più avanti.

La seconda, mi sembra un vero e proprio rovesciamento nella cultura bigotta, destrorsa e repressiva degli ultimi governi Berlusconi e duemila della Chiesa cattolica.

Un consigliere di Sel della sesta municipalizzata, consapevole delle rapine e delle violenze subite dalle coppie che si appartano in luoghi isolati, ha proposto di realizzare un love parking, un luogo sicuro e protetto dove i giovani (e meno giovani) possono accedere con le proprie auto per appartarsi in tutta sicurezza. Un luogo cui si accederebbe pagando un ticket, ricevendo un vera e propria piazzola dove potersi fermare con l’auto.

Ok, forse si perde un po’ in fascino, ma devo dire che già adesso nei luoghi dove le coppie si appartano si sta praticamente compressi come nei parcheggi dei centri commerciali. Quindi, che male c’è nel farlo in sicurezza?

Un luogo dove si pensa anche alla distribuzione gratuita di preservativi perché, come ricorda il consigliere Gragnano, “sul nostro territorio si registra il record di mamme giovani“.