Archivio per l'etichetta ‘Ipocrisia

Santo subito   5 comments

Wojtyla riscatta la vergogna per i peccati della Chiesa.

Marrazzo, atto secondo.   7 comments

Del caso Marrazzo, il fatto più importante riguarda la morte della giovane trans Brenda e dello spacciatore coinvolti nel caso – fatto ancora avvolto nell’ombra e quasi archiviato, forse per la poca importanza delle vittime.

E tuttavia, già all’epoca, si era molto discusso tra i blog che leggo di un secondo livello della faccenda, che potremmo definire sociale e riguardava come l’interessato aveva ammesso la cosa e come il paese l’aveva compresa.

Dal mio punto di vista, Marrazzo aveva fatto bene a lasciare la carica del Governatore del Lazio, ma solo ed unicamente per il fatto che la sua vita sessuale aveva messo a rischio e si era pasticciata con la sua carica politica, divenendo, per altro, ricattabile.

Quindi si era allontanato dalla scena politica chiedendo scusa alla famiglia e nascondendosi in un monastero dove avrebbe probabilmente ottenuto la grazia dalla madonna.

Pensate invece che bello se avesse risposto con un “mi scuso con la mia famiglia e con i cittadini del Lazio, perché la mia vita sessuale si è ripercossa negativamente sulla mia vita famigliare e politica e tuttavia non permetto a nessuno di giudicarmi per le mie preferenze sessuali!“.

[Io avrei preferito un “Io e mia moglie ci amiamo, ci rispettiamo e siamo una coppia solida. lei ha degli amanti, io pure, e non ammettiamo che nessuno ci giudichi per le persone – maggiorenni e consenzienti – con cui decidiamo di fare sesso: siano essi uomini, donne o transessuali“. Ma dopo duemila anni di Chiesa cattolica, una tale presa di posizione è impossibile.]

E’ di ieri la notizia, che Marrazzo è stato di nuovo fermato con una transessuale. Il paese ipocrita e bigotto (ma anche fortemente eccitabile dalla pruderie) sarà ben lieto di leggere i titoli dei giornali che dicono che “ci è ricascato”, come fosse un vizietto, anziché una semplice preferenza sessuale (anche in questo caso, come per B, non saremo in grado di aprire una sana discussione sull’amore a pagamento, come già scriveva Malvino in un post che tra i mille, non riesco a ritrovare).

Marrazzo oggi ha l’opportunità di dare uno schiaffo ai benpensanti, agli ipocriti, alle pecore addestrate dalla stramaledetta Chiesa cattolica. Se lo farà, avrà tutta la mia stima. Diversamente, resterà quello che è stato finora. Il classico italiano vile, ignobile, ipocrita, cattolico, qual è, in fondo, la maggioranza del paese.